CHIUDI

Federico Bellini


Inizia a collaborare con il regista Antonio Latella come assistente per “I Negri”, produzione Nuovo Teatro Nuovo di Napoli, 2002. Da allora collabora con Antonio Latella in qualità di drammaturgo dei seguenti spettacoli: “Querelle (a quattro mani con il regista) dal romanzo “Querelle de Brest” di J.Genet, 2002, produzione Nuovo Teatro Nuovo di Napoli e Teatro Garibaldi di Palermo.
“I Trionfi”, dal poema omonimo di Giovanni Testori, 2003, produzione Elsinor - Milano.
“La cena de le ceneri”,
dall'omonimo trattato filosofico di Giordano Bruno, 2005, produzione Teatro Stabile dell'Umbria vincitore del premio Nazionale dei Critici di Teatro quale Miglior spettacolo dell'anno.
“Studio su Medea”, da Euripide, 2006, produzione Festival delle Colline Torinese in coproduzione con Teatro Stabile dell'Umbria e Totales Theater International – Berlino, Premio Ubu quale miglior spettacolo dell'anno.
“Moby Dick”,
da H. Melville, 2007, produzione Teatro Stabile dell'Umbria in coproduzione con Teatro di Roma. “Non Essere-Hamlet's portraits” (Assistente alla drammaturgia) 2008, produzione Festival delle Colline Torinesi e Teatro Stabile dell'Umbria
La metamorfosi e altri racconti”, elaborazione di A. Latella, F. Bellini e S.Meier da F.Kafka, produzione Schauspielhaus - Colonia, 2009. “Don Chisciotte”, libera rielaborazione del romanzo di M.Cervantes, produzione Nuovo Teatro Nuovo - Napoli, 2009. 
Nel 2009 collabora con il regista T. Tuzzoli per “Risveglio di primavera” da F.Wedekind, produzione Nuovo Teatro Nuovo - Napoli.

È drammaturgo al Nuovo Teatro Nuovo di Napoli, per la stagione 2010/2011 diretta da Antonio Latella dove scrive come autore i monologhi Caro George per la regia di Latella, Prometeo per la regia di Pierpaolo Sepe,  Il Velo per la regia di Tommaso Tuzzoli e il testo ispirato alla storia e al pensiero di Martin Heidegger Tutto ciò che è grande è nella tempesta, per la regia di Andrea De Rosa. Adatta anche i testi Incendi, per la regia di Agnese Cornelio, e Brand, per la regia di Tommaso Tuzzoli. Nel 2011 scrive lo spettacolo “Mamma Mafia”, regia di Antonio Latella, insieme a Giuseppe Massa e Sybille Meier, per lo Schauspielhaus – Colonia.

Nel 2011 scrive insieme a Linda Dalisi e Antonio Latella lo spettacolo Francamente me ne infischio, diretto da Latella produzione Compagnia stabilemobile premio Ubu come miglior Regia e miglior Attrice; nel 2012 cura la drammaturgia di Studio sul Simposio di Platone per la regia di Andrea De Rosa, prodotto da Emilia Romagna Teatri.
Nel 2013 cura con Antonio Latella la drammaturgia degli spettacoli A. H. produzione Compagnia stabilemobile e Die Wohlgesintenn (Le Benevole) produzione Schauspielhaus – Vienna.

Nel 2015 cura con Antonio Latella la drammaturgia di Ti regalo la mia morte Veronika” produzione E. R. T.

Partecipa come autore al progetto Europeo Fabula Mundi con i testi:
Caro George
, Il Velo e Tutto ciò che è grande è nella tempesta.

I suoi lavori sono stati ospitati in Festival e Teatri di diversi paesi: Francia, Germania, Austria, Spagna, Svizzera, Croazia, Russia, Romania.